Contenuto principale

Luigi Alessi

Luigi Alessi, nasce a Sciacca il 30 aprile 1942. Laureatosi in Giurisprudenza all’Università di Palermo ha sempre esercitato la professione di avvocato. È stato anche componente del consiglio provinciale di Agrigento e del consiglio comunale di Sciacca. Questo è il suo primo romanzo.

 

Francesca Augello

Francesca Augello, (Sciacca, 1936) è una grande cuoca. Per anni ha conservato la tradizione della cucina contadina saccense, appresa da ave e amiche, e l'ha riproposta ogni domenica ai suoi familiari. Questa ricetta è uno dei suoi cavalli di battaglia, insegnato a tante discepole che le riconoscono l'onestà di non nascondere nulla delle ricette che diffonde.

 

Michele Barbera

Michele Barbera, (Castelvetrano, 1969) è autore di una vasta produzione narrativa e saggistica. Ha pubblicato, fra l’altro, la raccolta Neri di Sicilia (2009), il legal trhiller Esame Incrociato (2011, Medaglia Borgetto 2013), ed, ancora, In punto di morte (Premio Nerobrand 2011), Qualcosa di importante (Finalista Carabinieri in Giallo 2011). Nel 2012 ha vinto a Milano il Premio Nazionale di Scrittura Digitale Creativa. Ha pubblicato il racconto Linda Stevens (Selezione Storie Fantastiche), Racconto d’autunno (Menzione Premio Internazionale Heritage). Nel 2013 ha pubblicato la fiaba Lucillo ed il Drago Mangiatempo (attualmente Opera Finalista al Premio Nazionale Perrault). Nel 2014 l’autore ha ricevuto in Svizzera una Menzione speciale per l’opera Raggio di sole. Nello stesso anno è Autore Finalista al Premio “La Valle delle Storie” con l’opera Ultima frontiera.

Ha in corso di pubblicazione la commedia Tutta colpa della libertà.

Il romanzo Il testamento di Vantò, oltre un lusinghiero gradimento del pubblico e della critica, ha ottenuto numerosi riconoscimenti, fra i quali, la Targa Premio Elimo Vate - Memorial Ruggirello (2013) ed il Premio Speciale Kaos-Festival dell’Editoria (2014). Il romanzo ha pure vinto la 3ª edizione del Premio Nazionale Letterario Nero su Bianco-Mino De Blasio, Provenzalino d’oro Sez. Opere Edite. 

Attualmente il romanzo è stato selezionato quale Opera Finalista nel prestigioso Premio Nazionale Zingarelli. 

Il romanzo Il testamento di Vantò è stato adattato per la lettura drammatizzata dall’Associazione TeatrOltre di Sciacca (AG).

Santi Bivona

Santi Bivona, (1853-1932) medico oculista, nato a Menfi (AG); si distinse presso le principali cliniche di Roma, Bologna, Torino, Parigi, ecc., non solo nel campo della chirurgia oculistica dove apportò considerevoli innovazioni, ma anche nel campo della chirurgia generale, della medicina e in ostetricia, pubblicando il frutto dei suoi studi in varie riviste italiane e straniere che gli procurarono la nomina a socio onorario e membro dell'Accademia Medica di Pietroburgo nel 1912. Eletto sindaco di Menfi si prodigò, innanzitutto, da buon medico, al risanamento socio-sanitario della comunità facendo realizzare strade, marciapiedi, fogne, acquedotto, ospedale, asilo d'infanzia, biblioteca, banchina di Porto Palo, ecc.. L'amore per Menfi incrementò sempre più la curiosità per la storia locale; per tale motivo Santi Bivona diventa il primo storico moderno di Menfi scrivendo una serie di saggi nei quali ha raccolto tutto quello che gli storici del passato e del suo tempo avevano riportato sulla città, aggiungendo di suo importanti e documentate notizie.

Nicoletta Bona

Nicoletta Bona nasce e vive a Licata, splendida cittadina dell’agrigentino che si specchia sul mare Mediterraneo. Qui intraprende gli studi classici e si abilita all’insegnamento nella scuola primaria. Dopo un’esperienza triennale nelle scuole delle provincia di Vicenza, è oggi titolare di cattedra presso il circolo didattico Giovanni XXIII di Vittoria (RG).

Appassionata di drammaturgia dirige da molti anni l’Associazione culturale teatrale Dietro Le Quinte con la quale ha messo in scena varie commedie e grazie alle quali ha ricevuto vari riconoscimenti artistici. Oltre al teatro, la lettura e la scrittura sono sempre state le sue passioni forti, che non ha smesso di alimentare, riservando ad esse piccole porzioni di tempo ritagliate dal lavoro e dalla professione di mamma.

Nell’estate del 2015 decide di dare vita ad una storia immaginata qualche tempo prima e finalmente pronta per essere arricchita ed ultimata. Oggi pubblica il suo primo libro Il mio Dio è nero.