Informativa sui Cookie

Questo sito utilizza cookie per il suo funzionamento, anche di “terze parti”.

Per conoscere il funzionamento dei Cookie, per bloccarne in tutto o in parte l’utilizzo e per conoscere tutte le informazioni relative al trattamento dei dati personali è possibile visualizzare la pagina di informativa estesa.

L’utilizzo di questo sito, la navigazione verso altre pagine o la chiusura della presente finestra rappresentano un esplicito consenso all’uso dei Cookie.

Ignazio Russo

Ignazio Russo, (1928-1980) poeta dialettale saccense è un autore che, fortemente ancorato alla sua terra, alla Sicilia e in special modo a Sciacca, descrive nelle sue poesie uno spaccato storico e sociale del luogo in cui egli visse e dal quale mai si staccò. Dotato di una forte carica satirica la sua poesia trae spunto dalle difficili condizioni dell'agricoltore per arricchirsi di contenuti polemici a volte anche contro i governanti dei vari momenti storici. Di particolare rilievo il poemetto dal titolo "Miraglia e li braccianti" dedicato all'uccisione di Accursio Miraglia, sindacalista ucciso dalla mafia nel gennaio del '47.