Informativa sui Cookie

Questo sito utilizza cookie per il suo funzionamento, anche di “terze parti”.

Per conoscere il funzionamento dei Cookie, per bloccarne in tutto o in parte l’utilizzo e per conoscere tutte le informazioni relative al trattamento dei dati personali è possibile visualizzare la pagina di informativa estesa.

L’utilizzo di questo sito, la navigazione verso altre pagine o la chiusura della presente finestra rappresentano un esplicito consenso all’uso dei Cookie.

CopvoltiSmallVincent Navarra
Volti nella memoria
24 fotografie ed un testo critico
prefazione di Aldo Gerbino
1999, 8°, cm 18x19, 48 pp., ill. b/n, € 8,00
ISBN 88-86911-12-2

Uno studio ed una guida per il Castello incantato di Filippo Bentivegna, per conoscere lo sculture naïf siciliano.

Delle visioni dello scultore naif Filippo Bentivegna si fa il resoconto attraverso le 24 fotografie firmate da Vincent Navarra, pittore pronto a cogliere, con la sua densa e magmatica sensibilità, la fascinazione dei luoghi e delle "anime" che questi luoghi, appunto, abitano. Ed ecco le teste scolpite da Filippo, emerse dalle pietre, dagli alberi, appena affioranti dalle pareti di caverne e camminamenti con le loro linee decise, animate dalla corrosione geologica delle rocce, da quella biologica delle cortecce, tutte vestite dal colore mielato delle sabbie. E sono comprese in quei tagli dello scalpello che ci riportano, imprevedibilmente, alle scansioni sacre delle sofferte figure di Rouault, votate alle ambigue testimonianze di un preponderante e occulto arcaismo.

Un'analisi fotografica che Vincent ci consegna come ulteriore studio (e documento), esercitato sulla funzione eteroclita di Bentivegna (al di là delle "letture" già consegnateci tra i tanti da G. Dorffles, da A. Lentini); una ricognizione pronta a sospingersi, sull'onda continua dell'Art Brut propugnata da Dubuffet e bagnata dalla prossima "Neuve Invention" di Michael Thévez, per poi raccordarsi con la casistica dell'opera trascorsa di un Sabo.