Contenuto principale

Presentazione del volume "Ovamurina"

Un folto pubblico ha fatto da cornice il 29 dicembre scorso alla presentazione del volume “Ovamurina” di Francesca Augello presso il salone della Multisala Badia Grande d Sciacca.

Presenti alla manifestazione l’amministrazione comunale con il sindaco Di Pola e l’assessore Monte, il saggista Ignazio Navarra e il presentatore del volume Giuseppe Di Giovanna, che hanno parlato del lavoro svolto con questo piccolo volume che mette un punto fermo sulla tradizione e sulla produzione del dolce tipico saccense.

L’editore, nonché curatore del volume, Gianmarco Aulino si è soffermato sull’importanza per Sciacca di avere una base documentale con cui iniziare il percorso della De.Co. da parte dell’amministrazione comunale che intende fare delle ovamurina il dolce tipico di Sciacca a cui attribuire il marchio della Denominazione Comunale. Alla serata ha partecipato anche il bar Baby Luna che ha offerto una degustazione della sua produzione.

Riuscita anche la partecipazione delle signore e delle famiglie di Sciacca che continuano la tradizione e conservano la ricetta, che hanno partecipato portando la propria produzione. Una prima commissione formata da Ignazio Navarra, Giuseppe Di Giovanna e Marina Marchica ha assaggiato i dolci delle famiglie saccensi che hanno partecipato, facendo il punto della situazione e censendo i partecipanti per un futuro e più ampio lavoro che contribuisca alla De.Co..

Più che mai sentita l’esigenza, nelle parole di Giuseppe Di Giovanna, di procedere verso un percorso unitario nella produzione del dolce tipico rovinata negli ultimi decenni da un passaparola che ne ha alterato l’originalità. Da qui l’importanza del volume della Augello che testimonia la ricetta uscita dalle cucine delle monache della Badia.

Per chi volesse cimentarsi nella produzione delle ovamurina il volume si può trovare in libreria e nelle migliori edicole di Sciacca.