Informativa sui Cookie

Questo sito utilizza cookie per il suo funzionamento, anche di “terze parti”.

Per conoscere il funzionamento dei Cookie, per bloccarne in tutto o in parte l’utilizzo e per conoscere tutte le informazioni relative al trattamento dei dati personali è possibile visualizzare la pagina di informativa estesa.

L’utilizzo di questo sito, la navigazione verso altre pagine o la chiusura della presente finestra rappresentano un esplicito consenso all’uso dei Cookie.

DeboraSmallDebora Bonacchi
Debora
Il sogno, il silenzio, la nascita
biografico
2007, 16°, cm 14x21, 144 pp., cop. col., € 13,00
ISBN 88-86911-25-2

L'ingiustizia che una giovane fanciulla deve affrontare, la sua vita schiacciata da un maligno incidente. La lettura mi ha suscitato anche un'altra emozione, più intensa: la protagonista non è un personaggio immaginario, su cui liberare la fantasia, è una persona da me ben conosciuta, le cui vicende o i pensieri si riaffacciavano nella mia mente e nei miei ricordi, più vivi che mai.

Debora racconta se stessa. Il prima con le amicizie, la spensieratezza, le speranze. Poi l'incidente, con la sua drammatica sequenza di eventi, la lunga notte del coma, che l'ha separata a lungo dal mondo. Poi la lenta, dolorosa e faticosa "resurrezione". Infine il ritorno alla vita, anch'esso faticoso e irto delle comuni esperienze di tutti, come quella di un matrimonio finito male. Arricchita di una esperienza grande e irripetibile: Penelope.
È certamente un libro da leggere e conservare. Una testimonianza di vita che tocca livelli etici e che assume una alta valenza educativa. Dovrebbe essere fatto leggere a scuola.